Agevolazioni di spesa per Micro e Piccole Imprese Campane

CARATTERISTICHE

Finalità

Pubblicato sul BURC n. 118 del 27/12/2021 l’Avviso per l’agevolazione di programmi di spesa di micro e piccole imprese campane per la realizzazione di investimenti che, mediante ristrutturazione, razionalizzazione, ammodernamento di un impianto o di un processo produttivo, consentano un rilevante miglioramento delle prestazioni dell’impresa in termini di posizionamento competitivo.
L’Avviso è finanziato attraverso il Fondo Regionale per la Crescita che ha una dotazione finanziaria complessiva fissata in 200 milioni di euro.

Beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni le Micro e Piccole (MPI) ai sensi di quanto previsto nella Raccomandazione n.2003/361/CE e nell’allegato I al regolamento (UE) n. 651/2014, indipendentemente dalla loro forma giuridica, e che siano iscritte nel Registro delle Imprese della Camera di Commercio, industria, artigianato e agricoltura competente per territorio da almeno 12 mesi antecedenti la pubblicazione del bando. Inoltre possono beneficiare anche i Liberi Professionisti, equiparati a PMI, che siano titolari di partita Iva da almeno 12 mesi dalla data di pubblicazione del bando.

Agevolazione Concedibile

Le agevolazioni sono concesse, a titolo di de minimis, nella forma di strumento finanziario misto, a copertura del 100% del programma di spesa ammissibile e ripartite come segue:

  • 50% delle spese ammissibili, a titolo di contributo a fondo perduto;
  • 50% delle spese ammissibili, a titolo di finanziamento a tasso zero.

Il finanziamento prevede le seguenti condizioni:

  • Durata complessiva: 6 anni;
  • Rimborso: 60 rate trimestrali posticipate a quote capitale costanti (ammortamento italiano) più 12 mesi di differimento decorrenti dalla data di erogazione dell’anticipazione;
  • Tasso di interesse: 0%;
  • Garanzie personali e/o reali prestate dai soggetti.

L’ammontare delle agevolazioni calcolato in via provvisoria viene rideterminato a conclusione del progetto.

Modalità di Concessione e Criteri Priorità

La procedura di selezione delle Domande di agevolazione prevista dal presente Avviso è a “graduatoria”, in coerenza con i principi di cui all’art. 5, comma 2 del D.Lgs. 123/98.
Dopo il termine di chiusura per la presentazione delle Domande, sarà pubblicato sul sito di Sviluppo Campania e della Regione Campania, l’elenco delle Domande, ordinato in maniera decrescente sulla base dei punteggi riportati nell’articolo 12.1. Tale elenco ed i relativi punteggi si basano sulle informazioni dichiarate in Domanda dagli aspiranti beneficiari.
L’inserimento in tale elenco non costituisce titolo alcuno per l’ammissione alle agevolazioni, ma esclusivamente ordine prioritario per l’avvio della verifica di ammissibilità.
A seguito dell’esito positivo della verifica di ammissibilità le Domande saranno ammesse alle agevolazioni.
L’assegnazione dei punteggi, per la formazione del suddetto elenco, è effettuata sulla base delle informazioni riportate nella Domanda di agevolazione. Il punteggio massimo attribuibile per la selezione delle domande è pari a 100 punti ed è dato dalla somma dei punteggi relativi all’applicazione dei Criteri di selezione e dei Criteri di Priorità.

Interventi Ammissibili

Sono ammissibili al presente Avviso tre tipologie di interventi da realizzare sul territorio della Regione Campania e relativi a:

  • Digitalizzazione e Industria 4.0, investimenti materiali e immateriali a sostegno dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione produttiva per la transizione 4.0 che prevedono:
    • acquisizione di strumentazione informatica aggiornata e applicazioni digitali; creazione/ottimizzazione della rete di informazioni e processi in azienda; sistemi digitali per la raccolta, analisi e conservazione dei dati aziendali;
    • introduzione in azienda di innovazioni tecnologiche, organizzative, di processo e di prodotto caratterizzate da originalità e complessità progettuale;
    • miglioramenti significativi dei prodotti esistenti o di processi produttivi e tecnologie consolidate.
  • Sicurezza e sostenibilità sociale e ambientale, investimenti finalizzati ad accrescere la performance ambientale e sociale dell’impresa garantendo la salute e la sicurezza degli operatori;
  • Nuovi modelli organizzativi, investimenti tesi alla riorganizzazione dei processi aziendali attraverso l’introduzione di nuove soluzioni gestionali, di impianti e attrezzature volti a aumentare la produttività e la performance economica.

Gli interventi proposti devono prevedere un programma di spesa compreso tra un importo minimo di 30.000,00 Euro e un importo massimo 150.000,00 Euro.

Spese Ammissibili

Il presente Avviso è volto al sostegno di investimenti in beni materiali ed immateriali e funzionali all’adozione di soluzioni innovative per la gestione e per l’introduzione di innovazioni di processo/prodotto, nonché a sostenere le imprese nelle attività di riorganizzazione aziendale.
In particolare, sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

  • a) Impianti e macchinari, i beni devono essere nuovi di fabbrica, strettamente necessari e funzionali al ciclo produttivo e a servizio esclusivo dell’attività oggetto delle agevolazioni. Sono ammissibili anche le macchine elettroniche e le attrezzature hardware. Sono altresì ammissibili le attrezzature che completano le capacità funzionali di impianti e macchinari. La presenza di beni di cui all’Allegato A della L. 232/2016 “Beni funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello «Industria 4.0»” concorrerà alla determinazione del punteggio come disposto al successivo art. 12.1.
  • b) Opere di impiantistica, funzionali al miglioramento dell’efficienza energetica e all’installazione dei beni di cui al punto a) e all’adeguamento dell’unità locale oggetto dell’intervento, alle norme anti-Covid e alla riduzione delle barriere architettoniche. Tali spese sono ammesse nel limite del 10% dell’investimento complessivo ammissibile.
  • c) Servizi reali funzionali alla risoluzione di problematiche gestionali, tecnologico, organizzativo, commerciale, produttivo e finalizzato al miglioramento delle performance ambientali e/o sociali e del posizionamento competitivo. Tali spese sono ammesse nel limite massimo del 30% dell’investimento complessivo ammissibile. Tra i servizi reali sono ammissibili spese per il conseguimento delle certificazioni (ISO14001, ISO50001, EMAS, ISO9001, altre certificazioni connesse ad interventi di sicurezza e sostenibilità sociale ed ambientale) che concorrono alla definizione del punteggio come disposto al successivo articolo 12.1 e il cui importo è escluso dalla percentuale massima del 30%.
  • d) Software, sistemi, piattaforme, applicazioni e programmi informatici funzionali alle esigenze gestionali e produttive dell’intervento. La presenza di beni di cui all’Allegato B della L. 232/2016 “Beni immateriali – software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni – connessi a investimenti in beni materiali «Industria 4.0» concorrerà alla definizione del punteggio come disposto al successivo articolo 12.1.
  • e) Spese amministrative, spese per studi di fattibilità, oneri per il rilascio di attestazioni tecnico-contabili e garanzie a copertura della restituzione del finanziamento previsto dal presente Avviso.
    Tali spese sono ammesse nel limite massimo del 10% dell’investimento complessivo ammissibile.

Modalità Presentazione Istanza

Per accedere alle agevolazioni previste dal presente Avviso, i richiedenti devono presentare apposita Domanda di Agevolazione, esclusivamente in modalità telematica, pena l’esclusione, mediante la piattaforma al link: incentivi.sviluppocampania.it .
La Domanda può essere presentata dalle ore 12:00 del giorno 10 febbraio 2022 e fino alle ore 12:00 del giorno 14 marzo 2022.

Ultimi Articoli

Startup, finanziamento agevolato con Confidi PMI Campania

Nel panorama imprenditoriale sempre più dinamico e competitivo della Campania, le startup rappresentano un'importante fonte di innovazione e sviluppo economico. Tuttavia, avviare e far crescere una...

Gestione PMI: Suggerimenti, Pianificazione e Flusso di Cassa

Gestione PMI: Il ruolo di Confidi PMI Campania nella consulenza finanziaria La gestione finanziaria rappresenta un elemento chiave per il successo delle Piccole e Medie Imprese (PMI). In un contesto...

Accordo Confidi e BCC: una partnership a favore delle PMI

La recente sottoscrizione della convenzione tra la Banca di Credito Cooperativo (BCC) Terra di Lavoro e il Confidi PMI Campania porta con sé importanti implicazioni per le imprese locali. Questa...

Garanzia a valere sui Fondi MIMIT: un’opportunità per le PMI

La garanzia a valere sui Fondi MIMIT è un importante strumento messo a disposizione per le piccole e medie imprese (PMI) dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE). Lo scopo è sostenere e...

Medio Credito Centrale e sinergia tra banche e Confidi

Nel vasto panorama del mondo finanziario, le Piccole e Medie Imprese (PMI) giocano un ruolo cruciale nell'economia, contribuendo alla creazione di occupazione e alla crescita economica del paese....

Garanzia Confidi: come funziona e cosa offre

Le piccole e medie imprese (PMI) rappresentano il tessuto pulsante dell'economia. Tuttavia, queste aziende spesso incontrano difficoltà nell'accesso al credito, ostacolo che ne limita la...

Fondo di garanzia pmi, per imprese in momentanea difficoltà economica

Sostenuto dal fondo di legge 108/96 del Ministero dell’Economia e delle Finanze, il Confidi PMI Campania offre un fondo di garanzia fino al 100% per facilitare l’accesso al credito bancario a...

Convocazione Assemblea Ordinaria dei Soci

I signori Soci sono convocati in Assemblea Ordinaria presso la sede del CONFIDI PMI CAMPANIA Sccarl in Napoli alla Via San Giacomo, 32 per il giorno 29 Aprile 2024 alle ore 7:00 in prima convocazione…

Patto Antiusura: una risposta concreta alle difficoltà del Sud

Firmato il patto antiusura tra BCC di Napoli e Confidi PMI Campania - Il pronto soccorso finanziario per le piccole imprese. Il 18 marzo è stato firmato un patto antiusura tra Banca di Credito...

Convocazione Assemblea Ordinaria dei Soci

I signori Soci sono convocati in Assemblea Ordinaria presso la sede del CONFIDI PMI CAMPANIA Sccarl in Napoli alla Via San Giacomo, 32 per il giorno 13 giugno 2023 alle ore 8:00 in prima convocazione…

Compila il Form
Per Maggiori informazioni

Privaci Policy

7 + 3 =

[anr-captcha]